Web Marketing per strutture ricettive o per guide turistiche? Nessuna differenza!

Web Marketing per guide turistiche

A marzo abbiamo avuto tra i corsisti operatori museali, guide e accompagnatori turistici, pochi ovviamente rispetto a hotel, B&B e case vacanza, ma comunque presenti. E anche per l’edizione di novembre abbiamo alcune guide turistiche, accompagnatori e persino artigiani.

Cosa accomuna una struttura ricettiva, un artigiano e una guida turistica?

Ovviamente la bellezza della nostra terra è il motivo per cui la struttura vende una camera, l’artigiano vende il souvenir e la guida trasmette la nostra cultura tra i vicoli di Palermo. Tecnicamente si parla di Promozione del Territorio.. Fisicamente questa promozione avviene ogni volta che una delle categorie professionali sopracitate, anziché postare su Instagram solo il loro prodotto, per esempio postano una particolare processione, un monumento poco noto, un piatto, un panorama.

Parliamo di Instagram perché è il Social più turistico che esista. È qui che si consuma gran parte del customer journey, ovvero quella fase in cui ancora il viaggiatore è sul divano di casa e viaggia con lo smartphone in mano per scegliere la prossima avventura.

Ma, più tecnicamente, esistono degli strumenti per forzare la visibilità e promuovere la propria attività, che sia un B&B o una visita guidata. Avrete sentito parlare spesso di SEO e poche volte di SEM, anche se quotidianamente l’avete davanti… è il posizionamento su Google con annunci sponsorizzati…

Essere visibili con campagne Pay per Click su Google

Utilizzando lo Strumento Parole chiave (gratuito) di Google sappiamo che a Londra in media “hotels in palermo italy” è cercato 110 volte al mese, “sicilian ceramics” 30 e “palermo city guide” 10. Possiamo dire che 10 turisti londinesi su 100 vorrebbero una guida turistica e che 30 comprerebbero ceramiche.

Analisi keyword turismoDato interessante per tutti, perché se la guida turistica e l’hotel hanno un sito, non dovrebbero dimenticare di pubblicare un bell’articolo sulle ceramiche siciliane. Ancor più interessante è la ricerca di queste keyword con il simulatore di ricerca di Google

 

Solo in hotels in palermo italy vediamo un annuncio a pagamento. Ovviamente è di Booking. E, grazie alla tabella che abbiamo visto prima, sappiamo che possiamo anche noi pubblicare un annuncio che stia lì vicino a Booking, dobbiamo settare un costo per click di almeno 1,77 euro.

Quando l’utente clicca sul vostro annuncio, voi pagate…

Con ceramics vediamo che Google suggerisce 0,83 cent per click e segna concorrenza Alta, significa che è una keyword che è stata utilizzata e che approssimativamente questo è il costo per click per essere al primo posto su Google. Ciò che Gianpaolo Lorusso ci spiegherà nella lezione del 12 novembre sarà esattamente questo.

Impareremo a utilizzare Google Ads (un tempo si chiamava AdWords) per essere visibili direttamente in base alla ricerca che l’utente effettua. Che tu sia un hotel, una guida o un ceramista poco importa, no?

Essere visibili con Facebook Ads

In questo caso l’utente non sta cercando nulla, sta letteralmente cazzeggiando su Facebook (o Instagram) e andremo a mostrargli un annuncio solo se ha specifici interessi. Nel nostro caso l’interesse è “Sicilia”. Usando l’Ads Manager di Facebook, abbiamo queste possibilità…

Facebook Ads per il Turismo

In questo screenshot non si vede ma abbiamo settato uomini e donne che vivono a Londra. Vediamo quindi 25-59enni, che utilizzano Facebook in Inglese UK, viaggiatori assidui interessati a Palermo e Sicilia. Abbiamo 120.000 persone che possiamo raggiungere con il nostro annuncio.

Ora sta a voi scegliere se invitarli a scaricare una miniguida di Palermo in pdf, in cambio del loro nome, email e numero di telefono, con una campagna di Lead Generation, o se portarli a un’offerta che scade tra qualche giorno o se volete spingerli a comprare gioielli nel vostro e-commerce, o semplicemente li portate a leggere un articolo di blog esaustivo.

Durante la lezione del 27 novembre, Giovanni Cerminara ci insegnerà come realizzare diverse campagne usando Facebook Ads e voi potrete sfruttare queste tecniche come meglio credete per la vostra professione.

Siete ancora convinti che il corso di 4 DATE Hospitality sia solo per strutture ricettive?

Condividi questo articolo

NON PERDERE QUESTA OCCASIONE

INCREMENTA LE TUE CAPACITÀ

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − 14 =

back to top